SEDAZIONE COSCIENTE

Controllo dell'ansia e del dolore grazie al protossido d'azoto.

Lo studio dentistico Mulè offre la possibilità di sottoporsi agli interventi di chirurgia orale e di implantologia in regime di ansiosi. Il nostro studio è attrezzato per accogliere e soddisfare anche i pazienti più timorosi, grazie alle nuove possibilità di lavorare in bocca con tranquillità e soprattutto senza dolore.

Le moderne anestesie eliminano completamente la sensibilità al dolore; le sostanze utilizzate sono innocue e dopo qualche ora vengono eliminate, senza lasciare alcun residuo.

Su richiesta, il nostro studio propone la sedazione cosciente: una tecnica realizzata tramite l’utilizzo di un gas (protossido d’azoto) che induce uno stato di rilassamento e insensibilità al dolore. Grazie allo stato di veglia, il paziente può prendere parte alla corretta riuscita dell’intervento, in una favorevole e quanto mai efficace collaborazione con il proprio medico.

La sedazione cosciente consiste nella somministrazione di alcuni farmaci che consentono al tempo stesso di produrre nel paziente uno stato di tranquillità, serenità e sonnolenza, e dall’altro di mantenere autonome e integre le funzioni vitali ed i riflessi del paziente.

In altri termini, la somministrazione di questi farmaci, consente al paziente di affrontare una procedura con maggiore tranquillità, con una leggera sedazione, ed al tempo stesso migliora la possibilitàdi lavoro dell’operatore.

Terminato l’intervento, il paziente recupera in pochi minuti le sue normali funzioni. Questa tipo di sedazione è particolarmente indicata nell’ortodonzia pediatrica o in presenza di pazienti con disabilità psico-fisiche.

Risposte alle domande più comuni

Il nostro studio è attrezzato per accogliere e soddisfare anche i pazienti più timorosi, grazie alle nuove possibilità di lavorare in bocca con tranquillità e soprattutto senza dolore.

Le moderne anestesie eliminano completamente la sensibilità al dolore; le sostanze utilizzate sono innocue e dopo qualche ora vengono eliminate, senza lasciare alcun residuo.

Esiste la cosiddetta “sedazione cosciente”: si inala un gas (protossido d’azoto) che induce uno stato di rilassamento e insensibilità al dolore. Terminato l’intervento, il paziente recupera in pochi minuti le sue normali funzioni; per esempio, si può mettere tranquillamente alla guida di un’auto.

Il nostro studio è attrezzato per poter utilizzare una nuova tecnologia, l’innesto di piastrine (gli elementi del sangue che favoriscono la chiusura delle ferite): in questo modo le ferite si rimarginano subito e si può evitare il dolore.

Sì, si può effettuare il trattamento laser delle malattie parodontali (gengive che si ritirano, gonfie, arrossate e sanguinanti): il laser distrugge i batteri e stimola la guarigione in modo sicuro e indolore.

I farmaci più utilizzati per la sedazione cosciente sono dei blandi sedativi, le benzodiazepine. Esse vengono regolarmente utilizzate in molti pazienti per i disturbi del sonno, per i disturbi d’ansia, e vengono distinti in farmaci a breve o lunga durata d’azione. Quelle usate per la sedazione cosciente sono molecole ad azione breve, con margini di dosaggio molto ampi, sostanzialmente privi di effetti collaterali se somministrati da operatori esperti e la cui azione è prontamente reversibile. Alcune molecole, in particolare, consentono di aggiungere alla piacevole sensazione di relax e torpore anche un potente effetto “amnesico”, vale a dire la capacità di sfocare nella memoria larga parte delle sensazioni e degli avvenimenti durante l’intervento.

A questi farmaci vengono affiancati farmaci antidolorifici, per potenziare l’effetto dell’anestesia locale, farmaci antiinfiammatori, per intervenire sul naturale gonfiore legato alla procedura e dei farmaci per ridurre le secrezioni nella cavità orale.

Solo un medico qualificato, in genere un anestesista rianimatore potrà valutare l’indicazione alla sedazione cosciente, potrà decidere dosaggi e tempi e potrà somministrare i farmaci. Lo stesso Medico garantirà il monitoraggio durante la procedura, rimanendo presente per tutta la sua durata, e fornirà ai pazienti istruzioni postoperatorie ed eventuali precauzioni da osservare.