Parodontologia

Che cos'è la Parodontologia?

La parodontologia è la branca dell’odontostomatologia che si occupa della prevenzione, diagnosi, terapia e mantenimento del parodonto (peri=intorno, odontos=dente), ovverosia dell’apparato di supporto dei denti: la gengiva, il legamento parodontale, il cemento radicolare e l’osso alveolare.

Le gengiviti e le parodontiti (una volta chiamate impropriamente “piorrea”) sono le patologie che più frequentemente colpiscono il parodonto. Sono causate dal permanere di depositi di placca batterica e tartaro a livello della superficie dentale e gengivale.

Risposte alle domande più comuni

La gengivite è un’infiammazione delle gengive. La parodontite è un’infiammazione di tutto il parodonto caratterizzata da una perdita di osso di supporto del dente. La parodontite è una condizione curabile, ma raramente è possibile una completa ricostruzione dei tessuti andati perduti.

Le cause della gengivite e della parodontite sono la placca batterica ed il tartaro che si accumulano naturalmente sulla superficie dei denti, quindi per una terapia efficace è indispensabile il perfetto mantenimento di una corretta igiene orale da parte del paziente.

Placca e tartaro possono anche causare recessione gengivale, termine utilizzato per descrivere la retrazione del margine gengivale; condizione avvertita dal paziente come di “allungamento” degli elementi dentari stessi. Altra causa frequente di recessione gengivale è il trauma da spazzolamento inadeguato dei denti.

In alcuni casi il trattamento parodontale comprende piccoli interventi di chirurgia gengivale per migliorare le condizioni anatomiche ed estetiche; gli interventi possono essere di chirurgia resettiva, rigenerativa o mucogengivale in funzione delle diverse patologie dei pazienti.

Risulta di fondamentale importanza e condizione irrinunciabile prima di intraprendere una qualsiasi terapia parodontale, che il paziente sia stato sottoposto alla rimozione dei depositi di placca batterica e tartaro tramite sedute di igiene orale professionali e all’insegnamento delle corrette manovre di pulizia dentale personale.

Nel mantenimento di un corretto stato di igiene orale il paziente viene assistito dall’igienista che istruisce il paziente stesso nell’utilizzo degli strumenti (spazzolino, filo interdentale, scovolino ecc.) ritenuti caso per caso i più idonei al raggiungimento e al mantenimento dell’igiene orale.

A fine trattamento, sulla base dello stato complessivo di salute dei tessuti parodontali e in funzione del tipo di riabilitazione definitiva scelta in accordo con il dentista verrà impostato un programma di mantenimento di igiene orale (richiami periodici ogni 3-6 mesi) al quale il paziente dovrà scrupolosamente attenersi.

Gli interventi di chirurgia parodontale rigenerativa permettono di rigenerare difetti ossei isolati e profondi a livello dei denti causati dalla parodontite.

Le tecniche rigenerative prevedono l’utilizzo di piccoli innesti di osso associati a membrane o a fattori di crescita che stimolano selettivamente la rigenerazione dei tessuti parodontali e ne favoriscono la guarigione.

Questi piccoli interventi vengono eseguiti in anestesia locale in modo minimamente invasivo e non comportano grossi disagi durante il periodo di guarigione.

Gli interventi di chirurgia parodontale resettiva sono rivolti a eliminare piccoli difetti ossei e tasche gengivali causati dalla malattia al fine di restituire una conformazione ossea e gengivale fisiologica. L’eliminazione di suddetti difetti comporta lo spostamento della cresta ossea e del margine gengivale a livelli più apicali, cioè in direzione delle radici del dente.

Lasciaci i tuoi dati e ti contatteremo entro 24 ore

PRENOTA ORA LA TUA VISITA