Ortodonzia

Prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dei denti e delle ossa facciali

L’ortodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dei denti e delle ossa facciali.

L’ortodonzia serve a migliorare sia la salute che l’estetica della propria bocca.
Un bel sorriso non è solo estetico ma è anche segno di buona salute!

Quando i denti sono diritti e con spazi regolari è inoltre possibile mantenere una buona pulizia. Una corretta igiene orale può ridurre l’incidenza anche di malattie cardiache, gastroenteriti, ed altro.

Abbiamo bisogno dei denti per mangiare e masticare e con una perfetta masticazione si può quindi avere una buona digestione. Una masticazione bilanciata e regolare riduce inoltre il rischio di uno stress eccessivo del sistema masticatorio, mal di testa e tensioni muscolari a livello cervicale e dell’articolazione temporo- mandibolare.

Gnatologia

La branca dell’odontoiatria che studia e cura l’apparato masticatorio

Esiste una stretta relazione tra il corretto contatto tra le due arcate dentali, i muscoli mandibolari e le ossa cranio-mandibolari, la gnatologia si occupa proprio di studiare e ripristinare il corretto equilibrio tra questi distretti risolvendo la sintomatologia che ne deriva.

L’obiettivo comune degli gnatologi è l’individuazione del corretto rapporto cranio-mandibolare, il suo mantenimento e il suo ripristino.

Fisiologicamente il movimento della mandibola avviene in maniera libera, isotonica, senza andare così ad affaticare le strutture ad essa annesse, nei casi di malocclusione e/o di disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare però questo movimento non è più isotonico con frequenti disturbi alla fonazione, all’udito e alla postura. Una visita gnatologica può mettere in luce la presenza di malocclusioni, disordini dell’articolazione temporo-mandibolare o cranio-cervico-mandibolari, i test a disposizione degli gnatologi sono molteplici (RX in 3D, kinesiografia mandibolare, elettromiografia di superficie).

Dopo un’accurata anamnesi e la diagnosi la terapia utilizzata in gnatologia è il BITE, una placca in resina che migliora la chiusura delle arcate dentarie e ristabilisce la loro posizione corretta. In presenza di mal di testa frequenti, dolori articolari, acufeni è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista in gnatologia clinica.

MASCHERINE TRASPARENTI

un sistema ortodontico
innovativo, invisibile, confortevole,
facile da portare e alla portata di tutti!

Risposte alle domande più comuni

Invisalign è una sofisticata tecnica di trattamento ortodontico basata sull’utilizzo di mascherine trasparenti che vengono sostituite con scadenza bisettimanale. Una volta indossate, le mascherine sono impercettibili, quindi nessuno al di fuori del paziente si accorgerà dell’ apparecchio ortodontico. 

Ogni mascherina muove i suoi denti settimana dopo settimana, millimetro dopo millimetro, con leggerissime attivazioni dal loro stato originale allo stato ideale prescritto dall’ortodontista. Grazie ad una tecnologia di grafica tridimensionale, ogni mascherina è calibrata e personalizzata per adattarsi perfettamente ai denti e spostarli gentilmente nella posizione desiderata.

Invisalign è di sicuro il trattamento ideale per pazienti adulti che vogliono migliorare il proprio sorriso e la propria funzione masticatoria  superando il disagio estetico di un’ortodonzia tradizionale.

Si parla di Morso Aperto (Open Bite) quando,a bocca completamente chiusa, gli incisivi superiori non ricoprono neanche minimamente gli incisivi inferiori.

In alcuni casi è consigliato eseguire delle terapie con lo specialista in logopedia mentre si esegue il trattamento ortodontico. In questo modo è possibile associare i due trattamenti e ottenere i risultati migliori. .

Si parla di Morso Profondo (Deep Bite) quando, a bocca completamente chiusa, gli incisivi superiori ricoprono completamente gli incisivi inferiori. Il Morso Profondo puo’ provocare gravi problemi sia parodontali che a livello dell’articolazione della mandibola.

È una abitudine viziata che può manifestarsi durante l’arco delle ventiquattro ore o durante il sonno.

Consiste in ripetuti movimenti inconsapevoli di digrignamento dei denti che a lungo andare possono provocare una progressiva abrasione irreversibile delle superfici di masticazione, dolori muscolari o all’articolazione temporo mandibolare.

È una patologia che colpisce il 5-10% di tutta la popolazione

Il bruxismo è attribuito a numerose cause, tra le quali prevalgono quelle psicologiche come stress, ansia, aggressività. In una certa percentuale di casi può essere dovuto ad una malocclusione ovvero ad una errata “chiusura dei denti” ed in questo caso può rendersi necessaria la cura ortodontica.

Le varie classi individuate:

Prima classe

Questo tipo di occlusione rappresenta la norma nei rapporti tra il mascellare superiore e la mandibola. In alcuni casi presenta disturbi che interessano la dimensione verticale, morso aperto, o trasversale, morso incrociato. Su queste strutture ossee sono spesso presenti anomalie dentali come l’affollamento.

Seconda classe

La seconda classe è una malocclusione in cui i rapporti antero-posteriori dei mascellari sono alterati. Le anomalie possono essere a carico del mascellare superiore, del mascellare inferiore o di entrambi. Gli incisivi superiori possono essere molto sporgenti o inclinati in indietro. L’abbinamento di questi problemi a eventuali alterazioni verticali o trasversali può causare alterazioni del profilo del viso.

Terza classe

In questa malocclusione il mascellare superiore può risultare meno sviluppato rispetto a una mandibola normale oppure la mandibola può essere troppo sviluppata e avanzata rispetto a un mascellare superiore normale. Spesso questo tipo di malocclusione è associata a problemi di dimensione verticale di difficilmente risolvibili con la sola terapia ortodontica, rendendo necessario il trattamento combinato ortodontico e chirurgico alla fine della crescita.

ORTODONZIA

Scarica la brochure e il materiale informativo