Implantologia a carico immediato

Per il tuo benessere orale fai la scelta giusta

L’implantologia è una terapia riabilitativa sicura ed affidabile, che consente di ricostruire fedelmente l’aspetto di un dente naturale. Gli impianti possono sostituire denti singoli o gruppi di denti mancanti, permettendo di ripristinare il comfort, l’estetica e la sicurezza perdute.

Gli impianti a carico immediato sono sinonimo di denti fissi nella stessa seduta in cui si posizionano gli impianti.
L’implantologia a carico immediato è una grande evoluzione rispetto a quello a carico differito perché non richiede più, a seguito del inserimento degli impianti il periodo di attesa variabile dai tre ai sei mesi prima dell’applicazione dei denti o della protesi.

Anche nel caso della completa sostituzione della dentatura, gli impianti  a carico immediato possono essere la soluzione ottimale, garantendo stabilità, sicurezza e un aspetto naturale.

Pertanto grazie all’implantologia a carico immediato in un’unica seduta e con totale controllo del dolore, grazie all’ansiolisi endovenosa o la sedazione cosciente con protossido d’azoto, sarà possibile estrarre i denti compromessi e inserire gli impianti in titanio per ancorare una protesi fissa immediata.

Il dottor Silvio Mulè pertanto propone l’applicazione degli impianti a carico immediato così come l’All on four come un’ottima soluzione per ridare il sorriso anche alle persone con disabilità o poco collaborativi.

Risposte alle domande più comuni

Il carico immediato è una tecnica che prevede di posizionare alcuni impianti dentali e di posizionare immediatamente (entro 24 ore) una protesi provvisoria fissa, senza quindi aspettare i 2-3 mesi di guarigione che normalmente si attendono prima di caricare gli impianti con una protesi fissa che sostituisca i denti mancanti.
Una tecnica analoga è il carico precoce, che prevede di posizionare la protesi fissa entro 3-4 settimane dall’inserimento degli impianti.

Il vantaggio più evidente del carico immediato è rappresentato dal fatto che il paziente ha subito denti fissi: anche in caso di estrazioni di denti compromessi, non deve aspettare più di qualche ora per avere nuovamente denti fissi e non deve adattarsi a provvisori mobili, che spesso sono poco confortevoli, specialmente per chi non vi è abituato, perché ha sempre avuto i suoi denti. Il vantaggio di avere denti fissi in tempi brevi è ancora più evidente se si pensa a settori anteriori come gli incisivi superiori, zone in cui la mancanza di un dente per 2-3 mesi è spesso inaccettabile per motivi estetici e per la vita di relazione del paziente.
Un altro vantaggio è dato dal fatto che la protesi fissa protegge le gengive attorno all’impianto dal trauma masticatorio, quindi favorisce una guarigione corretta dei tessuti molli.

Se si desidera che il lavoro fissato agli impianti abbia una durata nel tempo, occorrono condizioni ben precise per poter utilizzare la tecnica del carico immediato con successo.
Vi sono alcuni colleghi poco professionali che pubblicizzano (e talvolta purtroppo anche eseguono!) il carico immediato in condizioni ossee sfavorevoli: il risultato è che, nel giro di poco tempo (da 2-3 mesi a 1-2 anni) l’osso in cui sono ancorati gli impianti subisce un processo di riassorbimento e gli impianti vengono espulsi dall’osso con il fallimento di tutto il lavoro protesico.
Il carico immediato è una tecnica innovativa, ma necessita di preparazione e competenza per poter essere applicata con successo e soprattutto per ottenere lavori duraturi nel tempo: ecco perché è bene diffidare di chi la “vende” in modo troppo disinvolto!
La condizione indispensabile per un carico immediato di successo è che vi sia una condizione ossea favorevole: non è sufficiente che vi sia una quantità ossea tale da accogliere gli impianti, perché la qualità dell’osso è decisamente più importante. In particolare, occorre una minima densità ossea per ottenere un successo nel carico immediato.
Per valutare la qualità e la densità dell’osso è indispensabile una TAC dentale di buon livello: purtroppo non sempre le TAC sono di qualità tale da poter valutare con sicurezza la densità ossea ed è per questo motivo che la nostra clinica ha in sede una TAC dentale e gli operatori sono laureati in Odontoiatria con una tesi in Radiologia, in modo da garantire sempre esami ottimali, con una dose di raggi contenuta e un risultato eccellente nelle immagini.

Occorre valutare ogni singolo caso, ma normalmente è possibile programmare il lavoro in modo da garantire al paziente di non rimanere mai senza denti e spesso perché possa avere anche denti fissi nell’attesa che gli impianti posizionati in osso di qualità non sufficiente per il carico immediato raggiungano il punto ottimale di guarigione e integrazione ossea sufficiente al carico. Per esempio si possono utilizzare ponti provvisori che si ancorano a denti adiacenti, addirittura senza doverli preparare (rimpicciolire), ma utilizzando tecniche adesive che lasciano il dente intatto.

In genere il costo non varia.
Occorre precisare che spesso si vedono “pubblicità” di sedicenti professionisti che propongono il carico immediato a prezzi molto bassi: questo è possibile perché spesso utilizzano la protesi che dovrebbe essere provvisoria (quella posizionata immediatamente dopo il posizionamento degli impianti) come protesi definitiva! Questo modo di procedere non è ottimale, perché la protesi provvisoria è adattata su un’impronta di una gengiva che ha appena sopportato un intervento chirurgico: spesso accade che si ritiri la gengiva e la protesi provvisoria non sia più perfettamente aderente, creando problemi di pulizia e, a lungo andare, anche agli impianti stessi.
Per questo motivo, nella nostra clinica dopo 3-5 mesi sostituiamo sempre la protesi provvisoria con una protesi definitiva, riprendendo una nuova impronta; questo comporta costi leggermente maggiori, ma garantisce un lavoro a regola d’arte, che con la dovuta manutenzione può durare senza problemi per tutta la vita del paziente.

CARICO IMMEDIATO

Scarica la brochure e il materiale informativo